Perugia Online (www.perugiaonline.it)

Carpe, Lucci e Black bass a Corbara


Itinerario suggerito da : Samuele Peli

Il bacino veramente grande; il fiume Tevere tagliato da una grande diga che forma un lago oblungo e frastagliato. Sulla sponda nord vi sono spiagge e spiaggette sabbiose con acque basse; sulla sponda sud (raggiungibile solo agilmente con natanti, vi sono conifere e anfratti rocciosi con delle lunghe insenature coperte di fronde di alberi e sterpaglia, dove albergano grossi lucci ed enormi carpe.

La riva migliore naturalmente la sud e battendola a tappeto, non raro imbattersi in grossi esemplari di Black bass che trovano qui il loro ambiente naturale. In questa riva l'acqua abbastanza alta ed popolata da una moltitudine di specie di pesci. Se la vostra pesca mirata al Black, munitevi di grossi Rapala o di Rotanti di grandi dimensioni, variamente colorati. Anche dei Plastic worms o dei Plughi possono essere l'esca miracolosa del giorno. Ricordatevi che il Black un pesce imprevedibile, e non esita a cambiare i propri gusti anche radicalmente da un'ora all'altra. Se insidierete i Lucci, grosso Mepps e Rapala , ma anche Minnows o Streamer potranno incuriosirlo. Usate monofili almeno da 0,30 in bobina, per evitare antipatiche rotture.

Se andrete a Corbara con il Ciambellone con imbrago, fate attenzione al vento della sera che normalmente rinforza vero sud; ed veramente un calvario pinnare contro corrente per tornare alla sponda nord, dove certamente avrete lasciato la vostra auto. L'anno scorso, con un mio amico toscano, Giuliano, abbiamo impiegato pi di un'ora e tutte le nostre energie per tornare a riva.




Perugia Online © Copyright 1997-2018 by SCG Business Consultig Sas di E.Giacomelli & C. (www.scgconsulting.com)